#Volley mercato: Madalina Angelescu è la nuova coach della B2 femminile

#Volley mercato: Madalina Angelescu è la nuova coach della B2 femminile

Intervista di Maria Pia Beltran, Volley 2001 Garlasco

GARLASCO, 12 giugno 2019 – Riscatto in rosa è la parola chiave. Il Volley 2001 Garlasco  è ripartito praticamente subito dopo la fine del campionato per lavorare  sull’allestimento della nuova squadra che parteciperà al prossimo campionato di serie B2 femminile. E l’abbiamo fatto affidando la squadra a Madalina Angelescu, ex CT  della Nazionale Rumena di volley femminile (seniores e Juniores U19).

Benvenuta a Garlasco, Mada! Per la prima volta abbiamo una coach donna in prima squadra! Grazie mille! Ho scelto Garlasco perché c’è una sostanziale condivisione di ideali: non mi spaventano le sfide e non temo il duro lavoro. Sono molto ambiziosa, tenace e testarda al punto giusto. Qui ho trovato un  bell’ambiente e scorgo l’avvento di una nuova stagione stimolante. Trovo fantastico avere una presidente donna: è la prima volta nella mia carriera e ne sono contenta, visto io stessa ho faticato tanto per farmi strada in questo mondo principalmente formato da uomini.

Dov’eri l’anno scorso?  Ho allenato la Nazionale Rumena Seniores (che ho avuto per tre anni consecutivi) e la Nazionale Rumena Junores U19.

Anche da giocatrice sei arrivata anche in nazionale, come hai iniziato a giocare?
All’età di 10 anni mio papà mi portò a vedere una partita di pallavolo (ai tempi nella mia città c’erano due squadre di A1) e fu amore a prima vista. Poco tempo dopo lasciai il tennis, che avevo iniziato un annetto prima, e cominciai ad allenarmi con tenacia e impegno diverse ore al giorno. Lasciai anche il nuoto, che ho praticato per tre anni, per dedicarmi completamente al volley. Inutile dire che le ore in palestra, il sudore e i sacrifici hanno ripagato abbastanza in fretta… con l’esordio in Serie A e la chiamata alla nazionale U19 all’età di 14 anni!
La tua più grande soddisfazione sportiva? E’ difficile trovarne una che prevalga sulle altre… Ho avuto la fortuna di raccogliere tanti successi durante la mia carriera sportiva. Come giocatrice, l’esordio in Serie A e in Nazionale da giovanissima, la partecipazione a competizioni Internazionali, le vittorie, le medaglie, le coppe, i riconoscimenti individuali… e poi il continuum da allenatore con vittorie, promozioni. Diventare Head Coach in Serie A all’età di 32 anni e poi la chiamata ad allenare la Nazionale di cui io stessa avevo vestito la maglia da giocatore.
Si impara anche dalle sconfitte? Certo. Nonostante il rammarico e l’amarezza alcune di queste mi hanno aiutata a crescere e ad arricchire il mio bagaglio di esperienze.
Cosa rappresenta per te la pallavolo? E’ la mia vita. Oltre ad essere il mio lavoro, rappresenta una grande passione a cui mi piace dedicare il 1000% di me stessa per fare bene. Mi dona sempre grandi emozioni, mi riempie il cuore e mi accende. Questo sport ha accompagnato anni bellissimi e anni diffcili, ma mi ha sempre insegnato e donato molto. Grazie alla pallavolo ho incontrato e sposato 28 anni fa mio marito (mia figlia dice che siamo Mila e Shiro), con cui ho dato alla luce due meraviglie: Sabrina di 23 anni e Lara di 12 anni. La mia famiglia c’è sempre, mi sostiene e mi regala la carica giusta per affrontare qualsiasi sfida… Proprio le mie figlie e mio marito sono i miei tifosi numeri 1 e i miei più grandi fan!
Quali sono gli obiettivi per questa stagione? Sicuramente fare bene! La società ed io miriamo a fare un bel campionato, cercando di arrivare ai vertici. Sarà importante avere la forza di riscatto della stagione passata per le ragazze che resteranno, e dovremo trovare gli stimoli giusti per inserire le nuove arrivate in un clima di grinta e di aspirazione per dare il massimo. Tutti vogliamo un gruppo unito e coeso.
Come sta andando la costruzione della squadra? Cosa cerchi in particolare? Siamo nella fase di lavori in corso!! In questo momento lo staff ed io stiamo cercando una banda e un opposto titolari. Stiamo facendo delle prove e dei provini (scusate il gioco di parole) per coprire chi è andato via ed è molto probabile che terremo circa metà della rosa della scorsa stagione.  Ci stiamo impegnando a trovare rinforzi solidi e importanti… gli innesti giusti per far girare al meglio gli ingranaggi insomma!
Presentati con le tue parole ai nostri tifosi. Sono Mada e spero che mi aiutiate a far parte al 100% della vostra squadra. Le ragazze saranno il cuore pulsante della palestra, ma per farlo battere al massimo mi servirà il vostro aiuto. Siate più grintosi che mai e sosteneteci più che potete perché avremo bisogno del vostro calore per incendiare i palazzetti con ardore, veemenza e forza.
Insomma venite numerosi e…FORZA GARLASCO!

Attachment