INTERVISTE – UN 2016 FANTASTICO. ORA PRESERVIAMO LE CONQUISTE FATTE

UN 2016 FANTASTICO. ORA PRESERVIAMO LE CONQUISTE FATTE

VOLLEY 2001 GARLASCO, IL BILANCIO DEL PATRON SILVIA STRIGAZZI: “DOBBIAMO IMPEGNARCI PER MANTENERE LA CATEGORIA”

Il 2016 ormai in archivio resterà per sempre nella storia del Volley 2001 Garlasco che la primavera scorsa, con entrambe le sue prime squadre, maschile e femminile. ha saputo raggiungere il terzo campionato nazionale, la serie B1 femminile e la nuova B unica maschile. Il resto dell’anno appena passato ha visto comunque più soddisfazioni al maschile, con Signorelli e soci che volo alle soglie della zona play off, piuttosto che al femminile, vista la prolungata serie negativa con cui Caroli e compagne hanno concluso il 2016 svicolando ai margini della zona retrocessione. Silvia Strigazzi, patron e anima, oltre che fondatrice del Volley 2001 Garlasco, traccia il bilancio del recente passato e delinea i progressi per il futuro.
Silvia Strigazzi, un 2016 irripetibile?
“Senz’altro un anno fantastico che ci ha visto raggiungere obiettivi impensabili fino a pochi anni fa e che ci lascia ora in eredità il compito di preservare e mantenere quanto abbiamo saputo conquistarci sul campo”.
La squadra maschile vola anche se ha giocato le ultime partite in attesa di un nuovo coach. Cosa c’è di vero circa le voce che hanno accostato sia Vittorio Bertini che Marco Fumagalli alla panchina del Volley 2001?
“Intanto voglio ringraziare Giampiero Colombo per il lavoro svolto che ci ha permesso di arrivare dove siamo. Al momento la situazione è fluida, abbiamo avuto contatti sia con Marco Fumagalli che con Vittorio Bertini e spero vivamente di poter arrivare ad una soluzione per l’inizio di questa settimana”.
Si aspettava al maschile una posizione di classifica così alta a questo punto della stagione?
“Onestamente era difficile prevederlo viste le premesse e un gruppo tutto nuovo, ma siamo molto contenti dei risultati che i ragazzi stanno splendidamente raggiungendo. Quello che conta è che non siamo molto distanti da una possibile soglia salvezza, ovvero da quello che resta l’obiettivo primario”.
Al femminile, questa prima parte di stagione non è stata altrettanto brillante come al maschile. Se lo aspettava?
“Siamo neopromosse in un campionato che si è confermato molto impegnativo. Nell’ultima parte dell’anno solare sono arrivate diverse sconfitte in coincidenza con un calendario comunque difficile contro avversarie di prima fascia. Adesso mi attendo che staff tecnico e ragazze ripartano forte per gli scontri diretti, fondamentali per restare in serie B1”.
Cosa c’è di vero dietro le voci che vogliono Lucija Giudici in uscita verso un club di categoria inferiore?
“Anche in questo caso, la situazione è molto fluida, ma mi pare evidente che non partirà nessuno se prima non avremo trovato gli adeguati sostituti”.
Cosa desidera da questo neonato 2017?
“Il desiderio è prima di tutto mantenere la categoria sia al maschile che al femminile. Poi vorrei che continuassimo a crescere come abbiamo fatto ogni anno e, adesso, in modo particolare vorrei una crescita forte dal punto di vista organizzativo per una società ancor più efficiente dal vivaio alle prime squadre per poter dedicare quanto più tempo possibile al reperimento costante e crescente di risorse. Perché tutto questo costa e richiede grandi sforzi per mantenerlo”.

Fabio Babetto