B2F – L’Ambrovit liquida in tre set anche Alessandria

Da “La Provincia Pavese”, 10 Aprile 2016

L’Ambrovit Garlasco mantiene il primato del girone A di serie B2 femminile battendo nettamente Alessandria in tre set e ora attende di conoscere il risultato di Acqui Terme con cui divideva il primo posto in classifica e che oggi sarà impegnata in casa alle 18 dalla Serteco Genova in un match sulla carta alla portata delle piemontesi. Continua la volata, quindi, che si prospetta aperta fino all’ultima giornata per sancire chi arriverà prima e salirà in serie B1 direttamente. La partita con Alessandria ha poca storia e sta in equilibrio fino alla prima sospensione tecnica della prima frazione (8-6), poi l’Ambrovit prende il largo e chiude senza problemi sul 25-14. Nel secondo, la capolista parte 8-4, sale 12-7 e poi 17-12 con Lucia Cagnoni implacabile. Il tecnico alessandrino Marco Ruscigni, ex allenatore di Sannazzaro, chiede tempo sul 21-15 dopo un attacco di Cozzi, ma ancora Cagnoni colpisce e chiude il periodo con una “pipe” radente.

Il terzo è quello con meno storia, sancito dall’8-2 e dal 20-5 con cui l’Ambrovit accelera per chiudere subito la pratica. Coach Mattioli chiede tempo sul 20-9 dopo un mini break alessandrino, ma ancora Cagnoni prende in pugno la situazione ed archivia la pratica. «Non c’è quasi mai stata partita, noi c’abbiamo provato, ma l’Ambrovit è probabilmente la squadra più completa del girone. Acqui è forte come gruppo, ma Garlasco dà sempre l’idea di essere irresistibile quando decide di accelerare», riflette lucido a fine partita il tecnico alessandrino Ruscigni. «Ci hanno messo in crisi con la battuta, sono più forti in ogni fondamentale e sprecano poco o niente», prosegue Ruscigni che aggiunge: «Noi, invece, ce la giocheremo fino all’ultimo per salvarci, ma sarà durissima, anche se abbiamo già fatto 10-12 punti in più di quello che sulla carta avremmo dovuto fare. Proviamo a fare 3-4 punti per centrare il miracolo di salvare la categoria». (f.ba.)

(Immagine di Paola Trapelli)

Attachment