B1F – RASSEGNA STAMPA – L’ANALISI DEL MATCH

Da “La Provincia Pavese” del 14.11.16

AMBROVIT, LA RICEZIONE PUNTO DEBOLE

Contro Orago bene Bosetti. Nel team lomellino arriva la regista Gasperini

Anche a bocce ferme, la risicata e sofferta vittoria dell’Ambrovit Garlasco su Orago in uno scontro diretto per la permanenza nella serie B1 femminile di buono ha sostanzialmente solo, o quasi, il risultato che, a sua volta, è buono più per colpa delle giovani ospiti che della squadra lomellina. Avanti due set a zero, il sestetto allenato da coach Marco Bonfantini si è fatto rimontare e, al tie-break, solo il suicidio di Orago ha evitato la sconfitta visto che le garlaschesi si sono trovate sotto addirittura 10-13, prima di una serie di errori incredibili di Orago. “In effetti, alla fine Orago l’ha buttata via e noi abbiamo avuto il solo merito di stare li e provarci fino in fondo”, commenta coach Bonfantini. “Orago è una buona squadra che, poche settimane fa, ad Acqui Terme era avanti due set a zero prima di farsi rimontare e di perdere al quinto”. Resta la prestazione non positiva dell’Ambrovit che ha denunciato alcune carenze sulle quali è fondamentale riflettere e lavorare anche perché pare ora essersi esaurita la fase più agevole del calendario visto che iniziano le sfide con le formazioni di prima fascia, una delle quali già incontrata sette giorni prima a Trescore. Sul banco degli imputati prima di tutto la ricezione, con Cagnoni che è stata oggetto delle attenzioni delle giovani di Orago. Dodici servizi vincenti di Orago ed una ricezione di squadra davvero straziante per l’Ambrovit, mentre la scelta in corsa di Bonfantini di togliere Cozzi ha lasciato perplessi date le note qualità difensive di una giocatrice che in carriera è stata anche libero in serie A2. Probabilmente, col senno di poi, sarebbe stato più opportuno far rifiatare Cagnoni che non era in serata proficua neppure in attacco. Positivo, invece, l’innesto di Bosetti che ha fatto vedere buone cose sia in attacco che dietro. “Tutte le scelte sono rivedibili e migliorabili, credo che la ricezione non sia un atteggiamento mentale, ci lavoreremo. Sono contento per Bosetti che ha tutta la mia stima e fiducia e  he ha fatto molto bene”. La serata offensiva opaca di Cagnoni ha evidenziato l’apporto in attacco da migliorare da parte di Giudici, mentre l’innesto in corsa al suo posto di Magni non ha modificato le cose. Intanto Barbara Pagnin si sottoporrà a breve ad un intervento al menisco e sarà disponibile dopo la sosta natalizia. Nell’attesa, in rosa fa il suo ingresso l’esperta regista ex Florens Ilaria Gasperini che potrebbe essere molto utile a coach Bonfantini insieme all’altra ex Florens, la centrale Arapi, al momento non ancora utilizzata.