B1F – RASSEGNA STAMPA: AMBROVIT – ORAGO

Da “La Provincia Pavese” del 13.11.16

GARLASCO – ORAGO E’ UN MEZZO HARAKIRI

Contro le avversarie dirette per la salvezza regalano un punto

Un punto perso per come doveva andare, ma un punto guadagnato fortunosamente per come si stava mettendo. Avanti due set a zero l’Ambrovit si fa rimontare in casa da Orago e si trova sotto 10-13 nel tie break di quello che è uno scontro diretto per la salvezza. Tutta colpa di una serata disastrosa in ricezione e rivedibile sul piano mentale. Poi Orago butta via tutto clamorosamente e l’Ambrovit recupera una vittoria  insperata che non cancella davvero tanti dubbi. Garlasco soffre in avvio in ricezione, Cagnoni è presa di mira dal servizio di Orago  che scappa avanti 2-5. Caroli pareggia con l’ace del 5-5 e firma il turno in battuta del break 8-5. Un paio di errori gratuiti e Orago è di nuovo li (10-9), poi l’Ambrovit riparte col turno al servizio di Rivetti, ma non riesce a scappare (13-12) ed alla seconda sospensione tecnica è avanti 16-13 con la diagonale vincente di Giudici. Caroli affonda il primo tempo del 18-13, Cozzi del 20-13 dopo time-out di Orago, chiude la frazione un muro di Rivetti. Parte forte l’Ambrovit nel secondo periodo e coach Bardelli è costretta al time out sul 5-0 ispirato dal turno in battuta di Nicchi. Cagnoni a tutto braccio manda le squadre alla prima sospensione tecnica con Garlasco avanti 8-1. Cozzi è chirurgica al servizio e firma il triplo ace dell’ 11-1. Non c’ è partita, almeno fino al 18-4, poi Orago trova il filotto 1-6 (19-10) su cui coach Bonfantini chiede tempo. Il problema è nuovamente la ricezione in difficoltà. Pian Piano l’Ambrovit si assesta (23-14), ma Orago non molla e coach Bonfantini spende la seconda sospensione (23-18). Un errore ospite in battuta consente a Garlasco di chiudere una frazione fattasi inaspettatamente complicata. Orago risponde punto su punto quando si riparte, Giudici mette l’ace del 7-4, ma la frazione è in equilibrio (10-10). Entra Magni per Giudici, l’Ambrovit è avanti 16-14 al secondo time out tecnico, ma si fa sorpassare sul 17-18. Il coach ci parla su sul 19-20, muro di Caroli per il 21-21, altra sospensione di Bonfantini sul 22-23, poi Magni si fa murare e Orago vince il set. Time out d’urgenza per Bonfantini sullo 0-5 del quarto set, Cagnoni è murata (3-8), poi Bosetti entra per Cozzi, Garlasco recupera (14-17 e 18-21) proprio con i colpi del talentino, ma Garlasco si ferma li ed un errore in battuta di Nicchi porta la sfida al tie break che è una sofferenza. Orago conduce con merito 8-10 e 10-13, poi si suicida e fa un regalone ad un’Ambrovit che vince, ma proprio non convince.

Fabio Babetto