B1F – RASSEGNA STAMPA : AMBROVIT – DON COLLEONI

Da “La Provincia Pavese” del 19.02.17

AMBROVIT, L’IMPRESA SFUMA SOTTO LO STRISCIONE

Manca il colpo del ko e cede solo al ti break alla seconda in classifica. Cagnoni trascinatrice

L’Ambrovit va vicina all’impresa contro il Don Colleoni Trescore Balneario secondo in classifica e si arrende solo ai vantaggi del tie break di una partita pazzesca. La squadra lomellina, a dispetto del pronostico avverso, parte lancia in resta e senza paura, limitando al massimo gli errori, resta in scia alle più quotate avversarie soprattutto nei frangenti iniziali, poi trova i colpi e la lucidità per indirizzare a suo favore la sfida al punto di portarsi sul doppio vantaggio nel conto dei set. Inevitabile e prevedibile arriva la reazione rabbiosa della formazione orobica che riapre il match, poi il quarto periodo è emozionante e altalenante, vivendo un prolungato punto a punto. L’Ambrovit ha anche l’occasione di chiudere i conti e fare il colpaccio da tre punti, ma ai vantaggi la spunta Trescore e si approda al tie break che, come in tutta la trama della partita, vive di momenti. Per l’Ambrovit, dopo una partenza sofferta, arriva anche l’occasione per provare a vincere, ma proprio sullo striscione finisce la benzina e Caroli e compagne, a testa altissima, si devono accontentare di un punto che alla vigilia avrebbero firmato senza esitazione, ma che, a giochi fatti, adesso lascia un bel po’ di amaro in bocca. Grande trascinatrice dell’Ambrovit è stata una straordinaria Lucia Cagnoni, autrice di qualcosa come 40 punti attaccando 119 palloni. Le lomelline hanno avuto forse qualcosa in meno dal reparto centrali e anche da posto due. Tuttavia soprattutto nella prima parte del match è stata la tenuta difensiva a fare la differenza e a consentire alle lomelline prima di resistere (4-8, 11-16, 17-21) e poi di strappare il primo set. Nel secondo, l’autorevolezza tosta dell’Ambrovit si è riverberata anche sui parziali di un vantaggio costante. Netti gli scarti della reazione ospite nel terzo, mentre nel quarto la squadra lomellina è riuscita a presentarsi avanti 21-19 alla volata finale senza riuscire a spuntarla ai vantaggi. Al tie break, cambiato campo sotto 6-8, Cagnoni e compagne hanno dato tutto nel 6-0 che le ha portate sul 12-9, ma il finale è stato tutto di Trescore.

Fabio Babetto