ALLENAMENTI CONGIUNTI PER LE SQUADRE DI MALCANGI

ALLENAMENTI CONGIUNTI PER LE SQUADRE DI MALCANGI

GARLASCO, 3 gennaio 2019 – Si sono ritrovate per non perdere il contatto con palla e ritmo di gioco le due formazioni femminili allenate da coach Malcangi che ha scelto la formula degli allenamenti congiunti per Serie D/Under 18 e Prima divisione durante la sosta natalizia. “Abbiamo scelto di farle allenare insieme per raggiungere un buon numero, visto che la serie D ha sempre i numeri contati – l’idea era quella di mantenere l’allenamento, un po’ di tecnica individuale, un po’ di tattica di squadra, per non perdere continuità. Giovedì e venerdì ci alleniamo ancora insieme, e tornano a lavoro anche i maschietti che si avvicinano all’inizio del campionato in programma per la prossima settimana”.

Tanta curiosità per l’esordio in campo dei pinguini del gruppo Under che affronteranno la prima partita di Under 14 domenica 13 gennaio. “Non so quale sia il livello delle altre squadre, né tantomeno quello che riusciremo a proporre noi nella nostra metà campo – scherza coach Malcangi – sicuramente ci sarà da divertirsi!”

L’Under 18 è passato alla seconda fase qualificandosi per il girone d’eccellenza con le prime sei squadre della provincia: ci saranno 10 partite con un girone all’italiana che inizierà domenica 6 gennaio forse contro l’avversario più tosto, il Volley Certosa che milita in serie C con il gruppo di Under18. “Meglio togliersi subito il pensiero visto che non abbiamo alle spalle molti allenamenti con tutto il gruppo – dice Malcangi – mercoledì prossimo, 9 gennaio, andiamo a Binasco e sarà importantissimo fare risultato per poter provare a centrare l’accesso alla Final Four”.

Dal 13 gennaio in campo anche serie D e Prima Divisione che concluderà il girone d’andata negli ultimi due match contro Mortara e Rivanazzano. “Vincendole entrambe potremmo rimanere secondi in classifica, risultato davvero insperato ad inizio stagione e per il quale vanno fatti i compimenti alle ragazze, bravissime a restare in pista nonostante infortuni e defezioni. La serie D invece è un campionato troppo al di sopra delle nostre possibilità con l’under 18 e va preso come allenamento, una partita in più dove amalgamare la squadra e toccare la palla il più possibile per puntare tutto sull’Under 18”.

Attachment